skip to Main Content
Filetto Di Merluzzo In Olio Cottura Su Vellutata Di Tartufo E Patate

Filetto di merluzzo in olio cottura su vellutata di tartufo e patate

Mi sono innamorata di Marsiglia, senza esserci mai stata.
La potenza di un libro può catapultarci, trasferirci la passione, trascinarci in mondi sconosciuti: è il più semplice modo di viaggiare. La Marsiglia descritta tra le pagine di Jean Claude Izzo non è una città facile, non è per turisti, o meglio non per tutti. È per chi ama i sapori, la gente, il miscuglio di culture, la diversità. Marsiglia si affaccia scomposta sul Mediterraneo, quest’ultimo abbraccia e unisce tutti i suoi abitanti, sette su dieci non hanno origini francesi. I colori predominanti sono senza dubbio il blu ed il bianco sporco delle barche ferme al porto, che si portano dietro l’odore di salsedine, di pesce. Il porto è il posto più adatto per godere delle prelibatezze di Marsiglia, che vanno dalla bouillabaisse, una sorta di zuppa di pesce, all’aïoli, una tipica salsa provenzale simile alla maionese, con l’aglio a far da protagonista. È la città dei sapori forti, delle spezie come il curry, il coriandolo ed il basilico.
Marsiglia non deve essere scrutata con gli occhi del visitatore, non necessita di itinerari guidati e prestabiliti. Occorre lasciarsi trasportare, affascinare, guidare dall’istinto o dal protagonista di un libro, come nel mio caso. Il romanzo a cui faccio riferimento è Chourmo – Il cuore di Marsiglia, di Jean-Claude Izzo, che permette di assaggiarla a cucchiaio pieno, come si farebbe con una zuppa, o una vellutata.
Colgo l’occasione per suggerirvi, insieme al libro, anche un’ ottima ricetta, quella del Filetto di Merluzzo in olio di cottura su vellutata di tartufo e patate, a richiamare sapori e consistenze di Marsiglia e ricordare che, come dice Izzo, “di fronte al mare la felicità è un’idea semplice”, ma lo è anche di fronte ad un buon piatto.


Lorenza

Mondare i porri e affettarli finemente. In una padella scaldare 80 ml di olio extra vergine di oliva e 2/3 dei porri. Far stufare aggiungendo poca acqua per 20 minuti circa, poi aggiungere le patate tagliate sottili e portare a cottura. Passare il composto nel frullatore ad immersione creando la vellutata. Salare e pepare. In un tegame dai bordi alti versare il rimanente olio extra vergine di oliva, gli odori e portare ad una temperatura di 70° C. Inserire nell’olio caldo i filetti di merluzzo tenendoli in immersione per circa 20 minuti. Montare il piatto versando la vellutata sul fondo, il filetto di merluzzo scolato e privato dell’olio in eccesso, le nocciole. Tostare il porro rimasto che avete fritto precedentemente in olio di arachidi. Completare il piatto con le Scaglie di tartufo estivo T&C.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

4 filetti di merluzzo da 150 g
3 porri
80 ml di olio extra vergine di oliva + 1,5 lt per olio cottura
300 g di patate
3 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
1 spicchio di aglio
100 g di nocciole tostate
pepe nero in grani
sale q.b
pepe bianco q.b
28 g Scaglie di tartufo estivo T&C

Chef

Emanuele Scoccia

Romano, giovane esordiente con la T&C nel ricettario aziendale. Per...

Prodotto

Summer Sliced Truffle in Oil
Scaglie di Tartufo Estivo

STORIE IN BARATTOLO

Polenta di tiramisù boschivo al tartufo

Lo chef Emanuele Scoccia, presenta la Polenta di tiramisù boschivo al tartufo T&C

Pizza al tartufo
Il tempo è poco ma la voglia di coccolare gli ospiti, tanta! Fare una pizza ben lievitata, ma in poco tempo, si può. Fare un piatto veloce ma particolare, anche. Domenica sera sono venuti i miei più cari amici per…
Spaghetti alla carbonara di tartufo bianco
Ieri, ho fatto per la prima volta la torta di mele. Ho aperto un vecchio libro delle ricette ed ho seguito accuratamente le fasi e le indicazioni segnalate, avendo cura di non sbagliare dosi e cottura. Solo una volta infornata,…
Sandwich House T&C
Con l’inizio dell’estate si ha sempre più voglia di piatti veloci, che non richiedano grande tempo da passare ai fornelli! Così, quando le idee scarseggiano e la dispensa pure.. c’è solo una cosa che mette d’accordo grandi e piccini: il…
Back To Top