Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.

Pesce e tartufo bianco: un'amicizia possibile

Lo sappiamo che non è proprio la stagione del tartufo bianco (ottobre, novembre e dicembre a seconda dei vari calendari regionali sono i mesi migliori) ma ci sembrava bello specificare: l'abbinamento pesce e tartufo bianco è più che possibile!

A pensarci sembra in effetti un po' strano: come possono stare bene insieme un fungo che cresce nella profondità della terra e un pesce che vive nelle profondità del mare? Tutto è dovuto al caratteristico odore di questa tipologia di tartufo: un aroma intenso e penetrante con toni che ricordano il formaggio fermentato, il fieno, le spezie, l'aglio e la terra bagnata.

Ma non tutte le tipologie di pesce vanno bene. Il tartufo bianco ha un carattere molto forte e penetrante, quindi predilige pesce dal sapore delicato che non vadano a contrastare con il suo aroma.

Qualche esempio di pesce perfetto da abbinare con il tartufo bianco? Sicuramente pesci dalle carni bianche e delicate, ma anche crostacei e molluschi, con cotture non troppo decise e senza altri ingredienti che contrastino il tartufo. Per esempio, sono perfetti i pesci o i molluschi cotti nel burro serviti con salse calde a base di burro o formaggi dolci non erborinati.

I pesci da evitare? Quelli con un sapore troppo deciso, come i pesci azzurri o quelli dalle carni rosse.

Ricorda anche che il tartufo bianco, vista la sua delicatezza e il suo aroma deciso, va utilizzato esclusivamente a crudo, magari su ingredienti caldi che ne esaltino l'aroma. Se invece necessiti di una cottura in cui il tartufo è previsto nel ripieno, ti consigliamo di utilizzare prodotti lavorati a base di tartufo (sempre a temperature non troppo elevate), così non rischi di rovinare l'aroma.

Speriamo che questi piccoli consigli ti siano stati utili! Continua a seguirci per scoprirne sempre di nuovi e utilizzare il tartufo nel migliore dei modi!